I Paesi in cui la Tassa sul Reddito Personale è Minima

In questo Report vediamo quali paesi al mondo hanno l'imposta sul reddito personale più bassa.

Come ben saprai, secondo i criteri stabiliti da Trasferimento Sicuro nella nostra cartina geografica, i pilastri della tassazione sono principalmente 5:

  • Imposta sul Reddito personale
  • Imposta sul Reddito di impresa
  • Imposta sui capital gain
  • Imposta sui dividendi
  • Imposta sul Valore Aggiunto (IVA)

In altri report affronteremo gli altri tipi di tassazione, ma per ora ci concentreremo solo sull’imposta sul reddito personale. Abbiamo individuato quattro categoria di paesi che possono interessarti e abbiamo anche cercato di delineare una omogeneità economico-sociale. Vediamoli subito:

Tassazione 0%

Innanzitutto ci sono i paesi a tassazione zero assoluto. Si tratta dei tipici paesi considerati paradisi fiscali, grandi come la punta di uno spillo. Mi riferisco a paesi come Anguilla, Bahamas, Bahrain, Brunei, Cayman Islands, Monaco, Saint Kitts and Nevis, British Virgin Islands. Tutti questi sono paesi molto piccoli e organizzati come paradisi fiscali tradizionali.

Le tasse qui sono molto basse ma anche loro hanno dei sideback: sono spesso impraticabili poiché sono isole sperdute nell’Oceano o puntini sulla mappa geografica. Sono guardate male dalla comunità bancaria internazionale a causa delle loro agevolazioni e della loro poca trasparenza. Potresti avere difficoltà e impedimenti nel fare business con l’Europa.

Inoltre spesso questi paesi compensano la bassa tassazione con costi burocratici molto alti (timbri, marche da bollo, certificati governativi, ecc.).

Poi c’è un altro gruppo di paesi che offre una tassazione sul reddito personale pari a zero: Kuwait, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti (Dubai), Qatar, Oman. Se prendi in mano una cartina geografica noterai che sono tutti paesi localizzati nella penisola arabica.

Fondamentalmente basano ancora la maggioranza dei loro ricavi sul petrolio, per questo motivo possono permettersi di non far pagare le imposte alla popolazione. Sinceramente non li considero località piacevoli dove vivere, in particolare l’Arabia Saudita dove c’è un razzismo istituzionalizzato e una discriminazione di genere medievale.

L’unico posto dove potrei consigliarti di vivere è Dubai, ma è considerato da molte istituzioni bancarie europee come un luogo diabolico. Inoltre, a differenza degli altri paesi, l’onere della prova peserebbe tutto su di te per dimostrare il tuo effettivo trasferimento di residenza.

Tassazione 10% circa

Poi ci sono i paesi a bassa tassazione, sono quelli che preferisco perché si tratta di paesi veri. Non sono delle isole nel pacifico o dei paesi petroliferi. Sono paesi veri, con economie vere. La loro caratteristica è quella di essere paesi ancora poveri che hanno come obiettivo quello attirare investitori e imprenditori stranieri.

Hanno fatto della bassa tassazione un loro cavallo di battaglia e ne stanno traendo importanti guadagni. Ho conosciuto persone di tutto il mondo che prendono la residenza in questi paesi proprio per godere della bassissima imposizione fiscale.

Non sono seduti sul petrolio quindi non possono permettersi il razzismo dei paesi della penisola arabica, sono accoglienti e aperti. Io li adoro e quando posso, trascorro in questi paesi diversi mesi dell’anno, per business e per piacere.

Vediamoli subito: Guatemala, Paraguay, Bulgaria, Kazakistan, Macedonia, Mongolia.

Molti di questi paesi hanno una flat tax, nel senso che non puoi pagare meno del 10%, ma nemmeno di più.

L’eccezione: In questo gruppo di paesi c’è anche Andorra, ma è un’eccezione. Questo piccolo paese localizzato in Europa occidentale aveva una imposta sul reddito personale dello 0%. E’ stata la Commissione Europea che ha costretto il governo ad alzare l’imposizione fiscale sui redditi per evitare sanzioni. E’ un paese molto ricco al pari di Montecarlo.

Tassazione 0-20%

Qui rientra un’altra categoria di paesi “amici” che fanno della bassa tassazione un cavallo di battaglia. La lista è molto più ampia, non li inserirò tutti: Giordania, Bielorussia, Moldavia, Ucraina, Cambogia, Libano, Mauritius, Georgia, Estonia, Romania, Montenegro, Marocco.

In questo caso non c’è una flat tax, ma un sistema a scaglioni che termina con un massimo del 20%. Ecco perché questo sistema lo trovo molto attraente. Tuttavia bisogna dire che noi italiani molto facilmente entriamo nell’ultimo scaglione. Infatti da come puoi vedere la maggioranza di questi paesi sono molto poveri e gli scaglioni sono portati verso il basso. Diciamo che se superi 20.000 euro di reddito l’anno quasi sicuramente finisci nello scaglione del 20%.

Ad ogni modo si tratta di paesi molto accoglienti e in pieno sviluppo economico, la maggioranza di questi hanno bisogno di svilupparsi economicamente.

L’eccezione: In questo gruppo di paesi l’eccezione è Hong Kong che è un paradiso fiscale di lunga data e non ha bisogno di capitali dall’estero. Hong Kong sta riorganizzando il suo sistema fiscale in seguito all'inasprimento delle misure adottate dall’OCSE contro i paesi poco trasparenti.

Tassazione 0-25%

Ecco i paesi: Singapore, Uzbekistan, Repubblica Ceca, Egitto, Albania, Belize, Bolivia, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Slovacchia, Serbia.

Questa categoria di paesi è estremamente variegata e disomogenea. Ad ogni modo si tratta di economie molto più complesse rispetto a quelle viste in precedenza. Probabilmente da questo report abbiamo anche imparato che man mano che cresce la complessità dell’economia aumenta anche la tassazione.

Ad ogni modo il compito di questo report è terminato. Non intendo riportare i paesi che fanno pagare più del 25% sul reddito personale.

Il 25% è il massimo che posso tollerare, se andassi oltre potrei essere vittima di importanti reazioni allergiche.

Condividi su:
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Stai valutando di trasferire la tua residenza fiscale?

Lascia la tua mail e ricevi gratis le prime 25 pagine dell'eBook di TrasferimentoSicuro, dove scoprirai tutto ciò che devi sapere per scegliere dove trasferirti per liberarti delle tasse.
Cliccando su iscriviti accetti di ricevere newsletter, materiale commerciale e informativo da Trasferimento Sicuro.

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie. Più Informazioni

INFORMATIVA SUI COOKIE Questo sito web fa unicamente uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookie. Di seguito sono riportate maggiori informazioni in merito ai cookie. TIPOLOGIE DI COOKIE Cookie tecnici Sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società di informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio" (art. 122, I comma, Codice della Privacy). Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate). I cookie tecnici di sessione hanno durata pari alla singola sessione di navigazione e vengono pertanto automaticamente cancellati al termine della sessione di navigazione. Le informazioni contenute nei cookie, come detto, hanno semplicemente finalità di carattere tecnico, non sono memorizzati né accessibili da personale del proprietario del sito. Il nostro sito web utilizza cookie tecnici 'di sessione'. Cookie analitici Sono assimilati ai cookie tecnici e sono quelli utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sugli accessi e numero di utenti e su come questi utilizzano il sito. Perseguono esclusivamente scopi statistici. Il nostro sito web non utilizza cookie analitici. Cookie di profilazione Sono quelli volti a creare profili relativi all’utente e sono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. Il nostro sito web non utilizza cookie di profilazione. Cookie persistenti Sono cookie che durano più a lungo, oltre quindi la chiusura della sessione del browser, utilizzati spesso per permettere al sito web di ricordare le scelte di un utente. Il nostro sito web utilizza cookies persistenti. Cookie di Terze Parti Sono i cookie impostati da un dominio diverso da quello visitato dall’utente. Si parla di un cookie di terze parti se un utente visita un sito Web e una società terza imposta un cookie attraverso quel sito. Il nostro sito web utilizza cookies di Terze Parti, in particolare di Google Maps, un servizio di mappe offerto da Google Inc. L'informativa estesa di Google si può consultare all'indirizzo: http://www.google.com/policies/privacy/ COOKIE UTILIZZATI SU QUESTO SITO WEB Questo sito web fa uso dei cookie tecnici ’di sessione’, persistenti e di Terze Parti. Questo sito web non utilizza cookie di profilazione. Come controllare ed eliminare i cookie La maggior parte dei web browser accetta i cookie, ma è possibile modificare le impostazioni del web browser in modo da rifiutare i cookie, disabilitare quelli esistenti o semplicemente essere informato quando un nuovo cookie viene inviato al proprio device. Per fare in modo che il proprio browser rigetti i cookie, fare riferimento alle istruzioni fornite dal provider del browser (solitamente all’interno del menù "Aiuto", "Strumenti" o "Modifica") . Si faccia attenzione che, rifiutando o disabilitando i cookie di sessione non sarà possibile la fruizione dei servizi offerti da questo sito.

Close